Home > Terzo Valico > Terzo Valico, una truffa ai cittadini e uno schiaffo ai pendolari

Terzo Valico, una truffa ai cittadini e uno schiaffo ai pendolari

Dal 1 gennaio prossimo scatta l´aumento degli abbonamenti dei treni (più 5%) e dei biglietti che rincareranno del 10% rispetto al costo attuale. Previsti tagli alle corse se non arrivano nuovi finanziamenti. Eppure, nonostante non vi siano soldi per garantire un servizio essenziale come il trasporto ferroviario, Monti, tramite il CIPE, ha sbloccato 1,1 miliardi di euro per il secondo lotto del Terzo Valico, dando così il via definitivo a questa Grande Opera Inutile ove sono previsti investimenti complessivi di 6,2 milardi di euro!! Alla faccia dei nostri treni pendolari!

E’ giusto o sensato tutto ciò? quando,

1. il 95% dei pendolari ferroviari si muove su percorsi brevi, utilizzando treni sporchi, malandati, in ritardo o soppressi. Solo il 5% usa l’Alta Velocità. Le Ferrovie invece stanziano i soldi (che paghiamo noi con biglietti e tasse!) al contrario, il 95% per l’AV (oltre 60 miliardi di euro) e solo il 5% per i pendolari.

2. Erano 5 milioni i container che erano stati previsti dal progetto del 1991 sulla Milano-Genova per il 2005, invece sono stati appena 1,7 milioni i container arrivati in porto nel 2010 e di questi solo 49.000 attraversano l’Appennino via treno verso la Pianura Padana e Rotterdam.

3. Già oggi le 3 linee di valico esistenti (le 2 linee dei Giovi e la Voltri – Ovada) senza quasi nessun intervento hanno una capacità di trasporto di 3,5 milioni di container.

4. I costi previsti per il terzo valico sono di 6,2 miliardi di euro, 115 milioni a chilometro: un costo al km cinque volte tanto quello dell’alta velocità in Francia!

5. E’ assurdo costruire una nuova linea solo per trasportare velocemente vagoni merci vuoti, mentre Il trasporto merci richiede in primo luogo organizzazione, efficienza e interventi negli scali.

6. Servirebbero invece interventi di fluidificazione della linea esistente Genova-Milano per ridurre i tempi di percorrenza dei treni passeggeri, interventi che da soli potrebbero portare il tragitto da Genova a Milano a poco più di un’ora, a costi enormemente minori del terzo valico.

Ma Regione Liguria, Provincia e Comune di Genova hanno una forte responsabilità in questo spreco di denaro pubblico, avendo spinto con forza il terzo valico, senza aver mai fatto serie valutazioni costi benefici. Invece di chiedere soldi allo stato per quest’opera ed esultare di gioia per per il suo finanziamento, dovrebbero avere come priorità recuperare risorse per finanziare il trasporto pubblico, a rischio di tagli enormi dal 2012, e pianificare in modo serio la mobilità.

I cittadini, i pendolari e gli utenti di Trenitalia vorrebbero più treni nelle varie fasce orarie, pulizia, manutenzione, rispetto dell’utente, stazioni efficienti e biglietterie funzionanti, non hanno bisogno di ulteriori sperperi di denaro pubblico. O forse per qualcuno l’importante è finanziare i “soliti amici”, cui è stato appaltato il tutto senza gara con il pretesto che i finanziamenti sarebbero venuti dai privati e dalle banche? Banche e privati, in realtà, non hanno tirato fuori un euro. 20 milioni di euro stanziati per il 2012 per il trasporto pubblico locale, contro gli oltre 1600 milioni per il terzo valico: dirottiamo questi soldi per i servizi e le opere che servono!

NO AL TERZO VALICO DELLE BUGIE!!!

L’Altra Ferrovia-NO TERZO VALICO
altra ferrovia@libero.it

Annunci
Categorie:Terzo Valico Tag:
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: