Home > Amt > Ritiro delibera su AMT

Ritiro delibera su AMT

wwfDopo il ritiro della delibera su AMT, sempre più necessaria una discussione su politiche tariffarie e strategie di marketing per impostare scelte positive sia per l’utenza sia per i bilanci aziendali.
Il risultato della seduta del Consiglio Comunale di ieri, che ha portato al ritiro della delibera correttiva della manovra tariffaria del 16 Aprile, rafforza ancor di più la necessità di una seduta di Commissione ad hoc per affrontare il tema delle politiche tariffarie di AMT. È necessario uscire da una situazione paradossale, in cui abbiamo tariffe che penalizzano i cittadini che usano o che potrebbero usare di più il trasporto pubblico e rendono più competitivo anche sul piano economico l’uso del mezzo privato motorizzato.Una politica che punisce abbonati e utenti fedeli e induce utenti abituali a usare meno il mezzo pubblico ha conseguenze negative anche sui bilanci di AMT oltre che sulla mobilità della città.Ricordiamo ancora una volta, invece, che esempi italiani ed esteri indicano che politiche tariffarie“propositive”, che premiano l’utenza “fedele” e incentivano l’utilizzo del mezzo pubblico, hanno come conseguenza positiva un aumento degli abbonati e un aumento dei ricavi da tariffa.Il WWF Genova fa nuovamente appello al Consiglio tutto per un ritorno in Commissione della delibera correttiva della manovra tariffaria, al fine di avere un momento dedicato e aperto per discutere delle politiche tariffarie di AMT a cominciare dal Piano Tariffario.Il WWF Genova ribadisce la necessità di un’impostazione completamente differente delle strategie tariffarie di AMT, che dovrebbero avere come obiettivi:
-salvaguardare l’integrazione del servizio limitando al minino tariffe non integrate
-premiare la fedeltà e incentivare l’utente occasionale a diventare abbonato
-invogliare il non utente a diventare utilizzatore
-incentivare gli evasori per necessità a diventare abbonati
-rendere il trasporto pubblico un’alternativa seria, affidabile, conveniente e gradevole ai mezzi privati.
Serve uscire dalla miope logica della Giunta e di AMT che vede i problemi dell’azienda come unapura questione “ragioneristica”, slegata totalmente dalle conseguenze che può produrre sull’utenza.“Tappare” un anno per l’altro i buchi di bilancio uccidendo il trasporto pubblico non “salva” AMT ma ne prolunga soltanto l’agonia. Salvare il trasporto pubblico invece, “salva” anche AMT, e perquesto il WWF Genova auspica con forza una discussione in sede di Commissione Consiliare.

WWF  Liguria

Annunci
Categorie:Amt Tag:,
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: