Home > Ambiente > Legambiente: l’area storica di Quarto sotto attacco dalla speculazione, cemento e taglio del verde.

Legambiente: l’area storica di Quarto sotto attacco dalla speculazione, cemento e taglio del verde.

legambienteLegambiente: l’area storica di Quarto sotto attacco dalla speculazione, cemento e taglio del verde.

A Genova da tempo si discute del nuovo piano regolatore fra i tecnici del Comune con i loro Assessori (che dovrebbero essere competenti a riguardo) e i cittadini che con le loro obiezioni e proposte arricchiscono la documentazione necessaria per redigere il nuovo PUC.
Ogni vicenda viene dibattuta prima nei Municipi che dovrebbero rappresentare il primo punto di riferimento proprio dei cittadini con le istituzioni, e che dovrebbero ascoltare, tutte le parti, almeno così dovrebbero fare…
E poi ci sono le leggi, le categorie, i sofismi urbanistici, una serie di normative che spesso anche il più dotto fra i legali si potrebbe trovare in difficoltà.
E in questa lunga e pesante vicenda alquanto turbolenta i cittadini arrancano fra mille peripezie per far sentire la propria voce con sforzi e difficoltà considerevoli.
A volte, per ostacolare l’ennesima bruttura su territorio, si devono trovare cavilli legali per opporsi a ciò che la logica e il buon senso e soprattutto il buon gusto evidenzierebbero subito.
E’ mai possibile che per difendere l’unicità di un muretto a secco si devono formulare pagine e pagine di leggi e normative?
Dove è finito il senso della bellezza se per salvaguardarla si deve fare appello a tribunali e avvocati?
Non è mai concepibile che possa prevalere la semplicità delle parole e delle immagini per salvaguardare l’incanto del nostro territorio?
Da tempo i cittadini della Castagna di Quarto stanno combattendo per difendere il proprio quartiere da progetti che presto stravolgeranno la bellezza di quel sito storico dove ogni frammento di pietra rappresenta la testimonianza di un tempo passato prezioso e mai più riproducibile.
Un sito che si snoda lungo l’antica creuza di Via Romana della Castagna, fra salite e discese, torrenti ed argini di pietra, fra piccole casette a schiera ancora con le persiane di legno e antiche dimore storiche con i loro giardini secolari, muretti a secco ed orti, ulivi, bastioni di pietra, un concentrato di bellezza che qualsiasi paese al mondo chiederebbe di promuoverlo alla tutela del Unesco.
L’uliveto Murato di Quarto ne rappresenta il simbolo, ma la salvaguardia di tale bellezza deve essere estesa a tutta l’antica creuza, comprendendo il Parco storico di Villa Quartara, a tutte le abitazioni, ai vari immobili che si affacciano sull’antico percorso, con i loro giardini e parchi e alberi e statue, ma anche con i loro modesti portoni di legno.
E’ necessario ed urgente fermare ogni tipo di costruzione non congrua all’interno di questo meraviglioso sistema storico, poiché anche un semplice prospetto di un colore differente al contesto, ne guasterebbe per sempre l’armonia del sito.
Questo noi scongiuriamo, ma tutto questo molti dei nostri politici, e la nostra Amministrazione non hanno ancora assolutamente compreso, anzi continuano a firmare ed approvare progetti che oggi sono fuori dal tempo, insostenibili, e diciamolo, orrendi.
In Via Romana della Castagna recentemente è stato approvato un progetto devastante, la ricostruzione di un manufatto industriale trasformato ora in immobile residenziale con i suoi piani in più, un pieno di cemento che cancellerà per sempre luce e aria e garbo al quartiere.
Ma dove andiamo a finire? Possibile che abbiamo perso il senso dell’architettura? Sarebbe forse stato meglio allora recuperare quel manufatto e renderlo testimone di una archeologia industriale ancora esistente nella zona e magari riadattarlo a un utilizzo sociale e creativo.
E poi ancora pochi giorni fa siamo venuti a conoscenza di una piccola casetta in stato di totale degrado dentro le antiche mura dell’Uliveto Murato di Quarto, che invece di essere solo recuperata con gli stessi volumi nel proprio decoro estetico e funzionale, viene completamente raddoppiata all’esterno oltre alla costruzione di un nuove volume al di sotto per realizzare una autorimessa che copre tutto il sedime del fabbricato e del suo giardino, e una piccola piscina sullo stesso giardino dove una volta sopravvivevano alberi ad alto fusto che sono stati tagliati senza autorizzazione.
E poi ancora Villa Gervasoni, una antica dimora dove un tempo i pellegrini cercavano ristoro e conforto, adesso oggetto di ristrutturazione alla beffa di tutti quei cittadini che chiedono cosa e come diventerà, e per non citare le numerose aree verdi, ora piccoli spazi lasciati andare, ora aree rigogliose che ancora adesso implorano acqua e luce e che alla fine saranno cancellate per sempre per dar spazio a macchine e case.
Ci appelliamo al nostro Sindaco, lo invitiamo a venire nel nostro quartiere, siamo certi che comprenderebbe la bellezza storica, archeologica, paesaggistica, monumentale irripetibile dell’antica e preziosa creuza di Via Romana della Castagna, memoria vivente della primitiva Aurelia, che comprende anche il tracciato storico di Via Romana di Quarto, di Quinto, ma non solo, di via Prà, di via Pegli, fino a giungere all’estremo occidente, e lo preghiamo di considerare quel contesto storico come parte di un patrimonio incomparabile da salvare comprendendo oltre a tutto il sistema di creuze del nostro territorio anche le proprie adiacenze, dalle sue residenze con i propri parchi e giardini a tutte le pietre viventi.
Ci appelliamo alla sua sensibilità storica in qualità discendente di una antica nobiltà di casata genovese, che attraverso la propria storia ha realizzato dei monumenti che sono visitati da tutti i cittadini del mondo, e lo invitiamo a fermare lo scempio urbanistico ed estetico che il nuovo piano regolatore permetterà di compiere, ma anche lo imploriamo di impedire e di interrompere e casomai di trovare nuove soluzioni per tutti quei progetti previsti e autorizzati che comunque verranno realizzati poiché già autorizzati in modo spesso inspiegabile.

Ester Quadri (Circolo Nuova Ecologia Legambiente – Genova)

Annunci
Categorie:Ambiente
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: