Home > Acqua, Comunicati stampa > Comunicato su tariffe idriche

Comunicato su tariffe idriche

antoniosmallIn seguito a una mia interrogazione in aula di martedì scorso, ho ricevuto dall’assessore Garotta la risposta in esito ad articolo 54 PG. 94719-14 che allego.
Per prima cosa, sto predisponendo un’ulteriore richiesta per comprendere meglio cosa l’assessore intenda quando afferma che: “le procedure messe in atto dal gestore del servizio idrico prevedono una erogazione limitata della fornitura” Quanto limitata e limitata a chi?
Procedendo poi nella risposta si arriva al tema tanto discusso e a me caro delle tariffe idriche, dove si giustificano gli aumenti con il conguaglio di spese pregresse e, cito, “di investimenti strategici (nuovi depuratori) già previsti dal piano d’ambito.
Ringrazio l’assessore per la risposta data ma permangono inalterate le mie perplessità e opinioni sulla questione dell’acqua pubblica.
Risulta infatti che, nonostante quanto esplicitamente chiesto dai referendum, i gestori nel 2012 abbiano realizzato utili per oltre 20.000.000 di euro, sapientemente reindirizzati, per più della metà nelle casse di molti istituti di credito fra cui Intesa Sanpaolo, Cassa Depositi e prestiti, Unicredito, Bank of America-Merril Lynch e cioè fra le braccia della speculazione finanziaria.
Ma quelle braccia, si sa, non si accontentano mai, i genovesi, nei prossimi due anni, dovranno sborsare circa 30.000.000 di euro in più (di cui circa 17.000.000 solo per conguagliare il 2012) portando così i profitti del 2012 per i tre gestori a circa 38.000.000.
Si aggira il risultato referendario (che, lo ricordo, prevedeva l’integrale copertura dei costi attraverso le tariffe) reinserendo, oltre ad interessi passivi corrisposti a finanziatori, anche gli utili d’impresa per gli azionisti. Così in bolletta troveremo, tra le motivazioni di conguaglio previste anche le morosità oltre i due anni, le variazioni di costi dell’energia e quelli per compensare i minori volumi dei consumi rispetto a quelli presunti. Non ci basterà nemmeno risparmiare sui consumi, l’anno successivo ci aspetterebbero aumenti tariffari per compensare il mancato consumo.
Aumenti che già da anni sono una costante, basti pensare che dal 2004 ad oggi c’è stato un aumento di quasi l’80%

Antonio Bruno
capogruppo Federazione Sinistra Comune di Genova

 

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: