Home > Ambiente, Rassegna stampa > Acquasola, j’accuse di Legambiente

Acquasola, j’accuse di Legambiente

acquasolaDa Repubblica Genova

Acquasola, j’accuse di legambiente
Parco Acquasola, attacco ai nuovi fan

“Chiedano scusa, ammettano che si erano sbagliati e diano il loro contributo per pagare gli avvocati che hanno salvato l’Acquasola, noi li paghiamo dal 2003”. E scatenato, Andrea Agostini, presidente del Circolo Nuova Ecologia di Legambiente, storico leader del comitato che dai primi anni Ottanta ha combattuto contro la trasformazione del parco dell’Acquasola in parcheggio. Alla vigilia dell’inizio dei lavori del Comune per ripristinare l’antico parco ottocentesco. Agostini sale sui platani, come un tempo, e tira le pietre.

Acquasola, j’accuse di Legambiente
Lo storico leader Andrea Agostini chiede gesti concreti all’associazione che vuol riportare i cigni nei giardini “Visto che prima erano favorevoli al parcheggio, chiedano scusa e partecipino alle spese per le cause legali”
MICHELA BOMPANI

Chiedano scusa, ammettano che si erano sbagliati e mettano il loro contributo per pagare gli avvocati che hanno salvato l’Acquasola, noi li paghiamo dal 2003″. E scatenato, Andrea Agostini, presidente del Circolo Nuova Ecologia di Legambiente, storico leader del comitato che dai primi anni Ottanta ha combattuto contro la trasformazione del parco dell’Acquasola in parcheggio. Alla vigilia dell’inizio dei lavori del Comune per ripristinare l’antico parco ottocentesco, con la promenade sui bastioni e il laghetto con le papere, e il chiosco con area picnic rinnovato, attacca: “Bene il Comune, ma ce l’ha i soldi? L’assessore Porcile aveva votato per il parcheggio”. E nel giorno, oggi, in cui la nuova associazione “This is Genova” ha organizzato una festa per mostrare come sarà la nuovaAcquasola, Agostini sale sui platani, come un tempo, e tira le pietre.
Agostini, cosa non le torna le va?
“Se si fa qualcosa per l’Acquasola va bene, che facciano una festa va benissimo, quante ne abbiamo fatte noi, con il comitato: l’Acquasola è di tutti. Resta un fatto però, che chiamerei “onestà intellettuale”: buona parte di quelli che organizzano la festa di “This is Genova” erano favorevoli al parcheggio. Tutti lor signori, quando si trattava di pagare per sostenere i molti processi che abbiamo dovuto affrontare per salvare davvero il parco, stavano zitti”.
Hanno cambiato idea?
“Credo che per onestà intellettuale dovrebbero innanzitutto, prima di organizzare qualsiasi festa, chiedere scusa. E dire “ci siamo sbagliati a sostenere la realizzazione del parcheggio”. E mi aspetto un bell’assegno da loro”.
Quanti soldi avete speso tra ricorsi al Tar, Consiglio di Stato, processi e parcelle di avvocati?
“Non saprei il totale, è dal 2003 che combattiamo anche nelle aule, direi diverse migliaia di euro. E non sono mica finite le battaglie. Ricordo che attualmente si stanno ancora svolgendo un processo penale, che coinvolge molte persone, e un ricorso alla Corte dei Conti in cui sono coinvolti l’ex assessore Gabrielli, la sovrintendenza, alcuni funzionari del Comune”.
L’ex assessore all’urbanistica. Bruno Gabrielli, dice che con il parcheggio si sarebbe finanziato il restyling del parco.
“Mi rendo conto che per lui l’Acquasola è un progetto del cuore, lui è stato il primo, quando ancora era solo professore universitario, a fare un progetto di parcheggio per l’Acquasola. Erano gli anni Ottanta. Eppure già allora i residenti e le associazioni ambientaliste glielo avevano bocciato, ma lui è uomo di cuore e l’ha rilanciato e sostenuto quando è diventato assessore”.
Ora però il nuovo assessore all’ambiente del Comune, Italo Porcile, ha annunciato il progetto di rinascita dell’Acquasola.
“Ma anche Porcile, Pd, ha votato per fare il parcheggio. E lui, essendo uomo intelligente e competente, chieda prima di tutti scusa. Spero si sia davvero ricreduto . Mi pare che abbia intenzioni serie. Ma c’è solo un modo per capirlo”. Quale?
“Tra poco meno di un mese la giunta porterà in consiglio comunale il Piano triennale dei lavori pubblici. Al di là dei 300.000 euro, che Tursi ha da parte dalle Colombiane, basterà vedere se Porcile ha messo nel piano triennale un impegno economico e progettuale sull’Acquasola. Se non ci sarà avranno detto bugie. Per le amministrazioni parlano delibere e finanziamenti, tutto il resto è campagna elettorale”.

Michela Bompani
Repubblica Genova

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: