Archivio

Archive for the ‘Amt’ Category

AMT, AMIU, ATP, IREN, ASTER, MENSE SCOLASTICHE, OSPEDALI E SANITA’ NO ALLA PRIVATIZZAZIONE !!!

Priv

BASTA CON IL “GRANDE INGANNO”:

IL PUBBLICO PUO’ FAR MEGLIO

IL PRIVATO SEGUE I PROPRI INTERESSI !!!

ORGANIZZIAMO UN GRANDE MOVIMENTO DI LOTTA

Con la connivenza di Istituzioni e Forze Politiche avanza la svendita delle Aziende Partecipate genovesi ai privati. 

La vogliono Banche, Unione Europea, Renzi, ministro Madia e il Comune si adegua.

Sappiamo che la Privatizzazione non è la soluzione, dopo anni di dogma neoliberista, ne osserviamo gli effetti:

–         danneggia i lavoratori interessati (licenziamenti, precarizzazione e carichi di lavoro sempre più pesanti),

–         penalizza i cittadini (peggioramento della qualità dei servizi e tariffe più alte), tradisce il pronunciamento di 27 milioni di cittadini nel referendum del 2011

–          toglie alla città un’importante opportunità per ridisegnare la sua attività economica sul piano occupazionale e ambientale.       

La città ne deve parlare per individuare alternative immediate e realistiche e organizzare un vasto movimento di lotta che può fermare questo scempio.

I CONSIGLIERI COMUNALI  Antonio Bruno e Giampiero Pastorino

Invitano  i cittadini, i lavoratori del settore, i sindacati, le forze politiche, associazioni e collettivi a un incontro

LUNEDI 23 MAGGIO 2016

SALA GIUNTA NUOVA CONSIGLIO COMUNALE DI GENOVA

PALAZZO TURSI, V. GARIBALDI ORE 17.00

Scarica volantino

Annunci

Privatizzazioni: proposta di tre delibere di iniziativa popolare

benicomuniPrivatizzazioni: proposta di tre delibere di iniziativa popolare con relazione di accompagnamento

Attac Genova – Associazione Comitato Acquasola – Comitato Acqua Bene Comune Genova – Comitato per la protezione del Bosco Pelato – Comitato contro la cementificazione di Terralba – Comitato Gestione Corretta Rifiuti Genova – Gruppo per la riqualificazione dell’ex mercato di Corso Sardegna – Associazione Amici di Ponte Carrega – Medici per l’Ambiente Liguria….

Con questa iniziativa dei genovesi si attivano e permettono a strati più ampi di cittadini e residenti di far sentire la loro voce. Una voce che:
• esige una vera democrazia, in cui la rappresentanza non soffochi la formazione e l’espressione della volontà popolare sulle scelte strategiche per le comunità;
• si esprime per una gestione pubblica e partecipativa dei beni comuni, condizione per l’esistenza stessa della comunità…..

Scarica il documento

Tracollo AMT: è la politica del centro sinistra a Genova

amtI dati del tracollo di passeggeri trasportati (oltre 3 milioni di passeggeri in meno) e il calo di entrate nelle casse di Amt (un milione di euro) dal primo semestre del 2015 al primo semestre del 2014 sono la fotografia della politica della Giunta di Marco Doria relativa al trasporto pubblico.
La Giunta di centro sinistra pare rassegnata, se non addirittura consenziente, con la politica governativa che non garantisce il 65 per cento dei costi come da legge Burlando.
Ma è la stessa politica di mobilità la grande assente, tanto da far sospettare in un’attente politica volta a favorire  la svendita di questo servizio pubblico ai privati.
Continuare a tagliare le corse dei bus, aumentare in maniera omogenea abbonamenti e titoli di viaggio, iniziare a sgretolare il biglietto integrato bus-treno con l’introduzione anche di un biglietto solo bus, sono politiche che hanno reso vano i risparmi dovuti ai contratti di solidarieta’ dei lavoratori.
Inoltre nessuno degli impegni per favorire il trasporto pubblico (proposti della lista Doria in occasione di una delle tante delibere che dava il via libera alla privatizzazione) sono stati portati avanti.

ordine del giorno

IL CONSIGLIO COMUNALE

Considerato che lo strumento fondamentale per la riduzione dei costi del T.P.L. è l’aumento dell’efficienza del servizio tramite interventi come:

• incremento della velocità commerciale di almeno 4 km/h;
• adozione di corse preferenziali lungo le principali direttrici cittadine, fino al raggiungimento di circa 50 km di estensione;
• piano organico di semaforizzazione preferenziale;
• estensione dell’attuale integrazione tariffaria tra A.M.T., F.S., ed A.T.P. con l’inclusione di Bike e Car Sharing e parcheggi di interscambio;

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA a mettere a punto una delibera di dettaglio riguardo all’adozione e la temporizzazione di provvedimenti sul piano della mobilità urbana finalizzati al miglioramento della velocità commerciale, una migliore integrazione complessiva tra i mezzi del trasporto pubblico e la valorizzazione del T.P.L.

Proponente: Nicolella (Lista Marco Doria)

approvato con n. 21 voti favorevoli; n. 5 voti contrari (P.D.L., Lista Enrico Musso ); n.6 astenuti: Anzalone, De Benedictis, Mazzei (I.D.V.); Gioia, Repetto (Gruppo Misto U.D.C); Rixi (Lega Nord Liguria).

Le gare per il trasporto pubblico portano all’aumento dei costi per l’utenza

antonioterzovalicoIl “veleno” della distruzione del trasporto pubblico ligure viene inoculato poco per volta.
Viene reso noto che la gara per il bacino unico regionale portera’ all’aumento di oltre del 20 per cento dei titoli di viaggio. Si prefigura un innalzamento a 1,8 euro il ticket semplice.
Non sarebbe un dramma se venissero tenuti fermi i costi degli abbonamenti, ma questo presupporrebbe un’idea di incentivo di trasporto pubblico, una politica di fedeizzazione dell’utenza e non quella esclusivamente ragionieristica che incentivera’ ancora di piu’ l’uso del mezzo privato.
A quanto la notizia che diminuiranno ancora i chilometri percorsi?
Tutto questo in vista dell’ingresso di privati che, senza la garanzia di finanziamenti pubblici garantiti e di taglio di servizio e di tutele per i lavoratori, si terranno ben lontani dal partecipare a gare.
Chi non si rassegna a tutto cio’ continua a proporre di trasferire i fondi dalle infrastrutture stradali a quelle di trasporto pubblico, di implementare politiche cittadine come le corsie riservate, a costruire un sistema Italia in cui spese militari e sprechi vengano usate per i cittadini e non per le imprese

antonio bruno
capogruppo Fds Consiglio Comunale Genova

Calano i biglietti AMT: Doria si dia una mossa

amt3Non si puo’ ridurre il netto calo di vendita di biglietti AMT come una conseguenza della crisi.
Almeno non solo.
Oltre il due per cento in meno di ticket sono dovuti anche all’indifferenza che la Giunta e la Politica dimostra verso il trasporto pubblico, un fastidio che, insieme ai rifiuti non si vede l’ora di svendere ai privati.
L’inerzia di questi due anni e mezzo di mandato e’ di fronte a tutti: non un metro di corsia riservata, non una misura che favorisca la mobilita’ collettiva.
Una spirale che non condividiamo e che contrastiamo con forza.
In compenso la Giunta chiede all’azienda di non discutere con alcuni sindacati, con il consenso dei partiti. Non siamo di fronte a un brutto sogno: e’ proprio un incubo.

antonio bruno
capogruppo Fds Consiglio Comunale Genova

Delibera Società Partecipate

Approvazione del piano di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni azionarie del Comune di Genova ai sensi delle legge di Stabilità 2015 Art 1, Commi 611 e 612. Autorizzazione alla modifica degli statuti di “Sviluppo Genova”, “AMT” e “Società per Cornigliano”

Scarica documento

Categorie:Amt Tag:,

Dalla parte di lavoratori e utenti Amt

Manifesto affisso dal Gruppo da oggi. Con i lavoratori e l’utenza contro le scelte che viaggiano verso la privatizzazione

manifestoamt

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: