Archivio

Archive for the ‘Banche’ Category

The World Social Forum Tunis 2013-L’Associazione dei comuni virtuosi

wsf

L’Associazione dei comuni virtuosi. Buone pratiche ambientali e sociali, beni comuni, servizi pubblici, partecipazione

The Association of exemplary cities. Good environmental and social practices, common goods, public services, participation

Annunci

Il governo Monti taglia stipendi e pensioni da domani

Domani 27 marzo 2012 i lavoratori dipendenti e i pensionati si scopriranno più poveri; da stipendi e pensioni di marzo sarà sottratto lo 0,33% deciso con la manovra “Salva Italia” di dicembre. Su un assegno di 1.200 euro al mese il nuovo prelievo sarà di 51 euro; 73 euro per chi intasca 1.700 euro; 94 euro per chi dispone di 2.200 euro.
Vengono esclusi i lavoratori che guadagnano 8.030 euro all’anno e i pensionati fino a circa 7.500 euro. In questo modo verranno recuperati 2,2 miliardi di euro .
Questo è l’effetto della manovra del governo Monti che, invece di tagliare le spese militari (20 miliardi di euro nel 2011) e le grandi opere impattanti, ha deciso di colpire il ceto medio e i lavoratori. Ad esempio il treno ad alta velocità Genova – Tortona (terzo valico) ha un costo stimato di 6,2 miliardi di euro !!!
Ci opponiamo al governo Monti non per ragioni ideologiche ma perché tutela gli interessi speculativi e finanziari.
Auspichiamo che l’opposizione sociale e politica si coaguli per costruire un’alternativa credibile.

Antonio Bruno
capogruppo Comune di Genova Federazione della Sinistra

Dopo sanità e amt, anche le banche si accaniscono sui piu’ deboli

Si sta registrando un accanimento veramente sgradevole verso settori della societa’ piu’ deboli ed indifesi.
Nelle settimane scorse avevo denunciato che i “mai occupati” non hanno diritto ne’ alle esenzione al ticket sanitario, nè alla tessera agevolata dell’AMT.
Oggi scopro che sono in corso numerosi pignoramenti di abitazioni verso famiglie (certamente sprovvedute e molto inconsapevoli) per debiti non altissimi (nell’ordine dei mille euro).
Queste famiglie non vengono informate della possibilita’ di trattare piani di rientro rateali per i debiti contratti e le banche creditrici riescono ad entrare in possesso delle loro abitazioni.
E’ ora di cambiare rotta.

Antonio Bruno
capogruppo Sinistra Europea – PRC Comune di Genova (Federazione della Sinistra)

NO Intesa Day: 16 Marzo 2012. Giornata di pressione su Intesa Sanpaolo

IL CIRCOLO NUOVA ECOLOGIA LEGAMBIENTE GENOVA ORGANIZZA PER DOMANI:
NO Intesa Day: 16 Marzo 2012. Giornata di pressione su Intesa Sanpaolo

Il Gruppo Intesa Sanpaolo è il principale responsabile finanziario dell’aggressione al territorio.
In Lombardia finanzia massicciamente opere come Pedemontana, Brebemi, Tangenziale Esterna Milano, Cremona-Mantova che porteranno a nuove cementificazioni di massa, maggiore inquinamento e distruzione di vaste aree agricole, in una regione dove la rete ferroviaria è tra le più arretrate d’Europa e lo smog ai massimi livelli, con buona pace dei pendolari. Tutto questo costerà quasi 10 miliardi di euro, in buona parte soldi pubblici. Quello che succede in Lombardia non è un caso isolato e riguarda tutti, perché se queste opere andranno a buon fine si aprirà un varco per nuove devastazioni in tutto il Paese.
Per questo la campagna Ferma La Banca ha lanciato per il 16 MARZO 2012 il NO INTESA DAY, una giornata in cui promuovere in tutta Italia iniziative di pressione su Intesa Sanpaolo. Leggi tutto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: