Archivio

Archive for the ‘Elezioni Politiche 2013’ Category

Appello della Sinistra Europea (Melenchon, Lafointane, Tspiras, Laurent, Kipping) per Rivoluzione Civile

rivoluzionecivAppello della Sinistra Europea (Melenchon, Lafointane, Tspiras, Laurent, Kipping) per Rivoluzione Civile
Pubblicato il 20 feb 2013

Il 24 e 25 Febbraio in Italia si voterà per il rinnovo del Parlamento. E’ un voto importante per l’Italia ed anche per i destini di tutti i popoli europei, che si trovano a vivere gli effetti della crisi del capitalismo finanziario , delle politiche neoliberiste e di austerità che stanno facendo pagare ai giovani, ai lavoratori, alle donne il prezzo più alto. In tutta Europa ci battiamo contro il fiscal compact e le politiche di austerità. Politiche recessive che aggravano la crisi e che aiutano solo la speculazione e le banche. Politiche sostenute insieme da governi di centrosinistra e centrodestra. Politiche che creano sempre più disoccupazione, disuguaglianza sociale e attacco ai diritti sociali, al welfare e ai beni comuni.
Per questo è importante che anche in Italia si affermino le forze della sinistra che hanno combattuto contro Berlusconi e il governo Monti e che propongono un programma alternativo. Un programma che metta al primo posto le persone e non il profitto, la lotta per la piena occupazione, la giustizia sociale, i diritti, la difesa dell’ambiente, la pace e il disarmo. Per queste ragioni sosteniamo e invitiamo a votare la lista Rivoluzione civile di Antonio Ingroia, composta da uomini e donne della società civile e da forze politiche e sociali che si oppongono al neoliberismo, chiaramente alternative a Berlusconi come a Monti e a chi lo ha sostenuto. Un voto per un’Italia e un’Europa più giusta. Un’Europa dei popoli e non delle banche.

Primi firmatari:
Pierre Laurent, Presidente del Partito della Sinistra Europea-segretario nazionale PCF-Front de Gauche-Francia,
Jean Luc Melenchon, candidato presidenziale Front de Gauche, Presidente Parti de Gauche- Francia,
Alexis Tsipras, Vice-presidente Partito della Sinistra Europea-Presidente Syriza –USF Grecia,
Bernd Riexinger e Katja Kipping- Presidenti Die Linke Germania,
Oskar Lafointane, Die Linke Germania,ECC.ECC.

Annunci

SERVIZI PUBBLICI quali strumenti giuridici e di partecipazione per promuoverli, contrastando le privatizzazioni

rivoluzionecivA partire dall’esperienza genovese e napoletana Alberto Lucarelli (candidato alla Camera dei Deputati per Rivoluzione Civile) e Antonio Bruno (consigliere comunale di Genova) discutono delle esperienze di ripubblicizzazione e resistenza alle politiche di privatizzazione imposte dai governi.
Parteciperanno lavoratori AMT, IREN, ASTER, AMIU.
Mentre Antonio Bruno descrivera’ gli effetti di 15 anni di privatizzazioni (presenti e future, in gran parte fallite) a Genova , Alberto Lucarelli raccontera’ la sua esperienza di amministratore e argomentera’ l’insussistenza dei vincoli del patto di stabilita’ alle aziende controllate dall’ente pubblico.

Martedi 12 febbraio alle ore 21.00

Circolo Lo Zenzero, via Torti 35

rivoluzionecivVi informo che questa settimana ci saranno due appuntamenti a Genova della lista Rivoluzione Civile.

Giovedi 7 alle ore 21 presso il teatro Albatros di Genova Rivarolo si terrà un incontro dal titolo “Valpolcevera tra degrado e riscatto” con Alberto Lucarelli e altri candidati.
Non ci rassegniamo a disoccupazione e precarietà, alla criminalità organizzata, alla chiusura degli ospedali, alle infrastrutture che devastano il territorio.

Solo la partecipazione potrà costruire un’economia che dia lavoro e salute.

https://www.facebook.com/events/516676201705413/

Venerdi 8 invece alle 11.00 Antonio Ingroia incontrera’ giornalisti e cittadini alla Sala Chiamata del Porto

https://www.facebook.com/events/604773409539967/

Si puo’ trovare la sintesi del programma di Rivoluzione civile al link

http://www.rivoluzionecivile.it/sintesi-del-programma-di-rivoluzione-civile/

Buon lavoro

Antonio Bruno, capogruppo Federazione della Sinistra Consiglio Comunale Genova

00393666756779

benincomune.weebly.com

http://www.federazionedellasinistra.consigliocomunale.comune.genova.it/

Caro Ingroia, la verità è rivoluzionaria

rivoluzionecivCaro Ingroia,

l’attesa e la speranza che sta suscitando il suo progetto politico ci spinge a prendere parola e a scriverle questa lettera pubblica. Crediamo, infatti, che una vera “rivoluzione civile” non può prescindere dalle istanze e dalle proposte nate dalla società civile e dai movimenti degli ultimi dieci anni. E ci rivolgiamo a lei proprio nella sua veste di candidato alla presidenza del consiglio alle prossime elezioni. Non le nascondiamo che negli ultimi giorni, accanto a simpatia e speranza per il nuovo soggetto politico, ha trovato posto la delusione, per l’assenza di molte questioni dai punti prioritari fin qui affrontati da “Rivoluzione Civile”. Assenza che si può spiegare solo parzialmente con la velocità impressa agli eventi, dalla crisi di governo in poi, e la conseguente e forzata fretta di queste ore. Noi speravamo che il nuovo soggetto politico della sinistra, grazie alla sua novità ed autonomia, potesse permettersi uno slancio diverso e maggiore coraggio. Leggi tutto…

Cambiare si può: espressione da Genova

cambIl gruppo dei garanti/e di “Cambiare si puo’ Liguria” e diversi compagni e compagne, autoconvocatisi il giorno 29/12/12 presso il circolo “Thomas Sankara” di Genova,

appreso che le varie componenti della lista “Rivoluzione civile” avrebbero deciso di candidare i segretari dei partiti politici;

premesso che i partiti e le organizzazioni politiche sono coattori del nuovo processo politico;

Ritiene che questa scelta:

1. riproduca vecchie modalita’ della politica e rischi di essere individuata come un'”ammucchiata”; scelta che ipoteca nuovi metodi di fare politica;

2. condizionera’ certamente l’impegno dei militanti presenti sui territori, unica forza realmente indispensabile per la realizzazione del successo, anche elettorale, di un progetto politico che voglia “veramente” cambiare

Esige che le/i candidate/i siano e siano stati in sintonia con i 10 punti programmatici di “Cambiare si puo” e che siano espressione di istanze politiche gia’ presenti nel territorio ligure.

Ribadisce tutti gli impegni programmatici assuntidall’Assemblea del 16/12/12 tenutasi al circolo Zenzero.

Convoca una nuova assemblea per il 5 gennaio 2013 presso i lcircolo Zenzero alle ore 10.00.

Cambiare si può day il 14 e 15 dicembre in tutta Italia

cambiare si puòCambiare si può day il 14 e 15 dicembre in tutta Italia

L’Assemblea riunita al Teatro Vittoria il I dicembre 2012

Riconosce la necessità di una proposta elettorale autonoma e nuova, anche nel metodo, capace di parla a un’ampia parte del Paese

Invita tutte le realtà locali interessate a questo progetto a promuovere assemblee nei territori, con la più ampia partecipazione dei cittadini, , nei giorni 14 dicembre-15 dicembre-16 dicembre

Dà mandato ai promotori dell’Appello “cambiare si può” di indire entro il mese di dicembre una seconda assise nazionale al fine di valutare l’esito della consultazione nei territori.

Livio Pepino: introduzione all’assemblea del #1Dicembre

cambiare si puòLa campagna “Cambiare si può” è nata esattamente 25 giorni fa, il 6 novembre. In tre settimane è cresciuta fino ad arrivare a questa assemblea, supportata da oltre 5.000 adesioni e circondata da un interesse crescente, ed è oggi una realtà, pur ancora alla ricerca di una organizzazione adeguata alle necessità di una campagna elettorale. L’assemblea di oggi è il primo passo per completare e rendere percorribile questo progetto. È dunque un’assemblea costituente. Limitando gli interventi a sei minuti ciascuno potremo averne 45: molti, ma certo insufficienti per dare spazio a tutti coloro che hanno idee e contributi da portare. Per questo abbiamo chiesto ai rappresentanti delle realtà organizzate – che hanno altre possibilità di parlare – di stare, questa volta, ad ascoltare, lasciando spazio a chi, per lo più, non ha parola. Per questo faremo scorrere su uno schermo, in teatro, gli interventi di chi ha inviato un testo scritto. Per questo soprattutto l’assemblea non sarà il momento finale ma quello iniziale di un confronto che proseguirà nei prossimi giorni, sui territori. A me il compito di cominciare richiamando le ragioni per cui ci siamo lanciati in questa impresa, rispondendo agli interrogativi che ci sono stati posti e sottoponendo all’assemblea le principali questioni che ci stanno di fronte. Leggi tutto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: