Archivio

Posts Tagged ‘Iren’

Incontro pubblico sull’aggregazione Amiu-Iren Ambiente 22/4/2017

In attesa che la delibera di aggregazione Amiu-Iren Ambiente torni in Sala Rossa per la terza volta, il 2 e il 3 maggio insieme al bilancio, i comitati che da anni si battono contro la svendita dei servizi pubblici alle multiutility si sono incontrati sabato a Palazzo Tursi per fare il punto sulla situazione delle partecipate nel Nord Italia, anche in vista dell’incorporazione in Iren di ACAM La Spezia.

 

Categorie:Amiu Tag:, ,

Un piano triennale che non affronta le emergenze di Genova

La lettura del piano triennale dei lavori pubblici che il centrosinistra ha portato in aula è molto indicativa.
Parla a tutti/e, specie quelli che accusano i contrari alla privatizzazione di Amiu di tagliare i servizi pubblici.
Per opere propedeutiche alll’intervento (molto immobiliare) del Blueprint si prevedono 4 milioni nel 2017, 36 nel 2018, 32 e mezzo nel 2019.
In tutto 72 milioni di euro che la Giunta Doria ha chiesto e ottenuto dal Governo.
A cui si aggiungono 760.000 euro per il rifacimento del padiglione Jean Nouvelle.
Se, invece, la Giunta Doria avesse avuto a cuore le sorti dei servizi pubblici e non avesse avuto come obiettivo prioritario svendere la gestione dei rifiuti a Iren, avrebbe potuto chiedere al governo questi 72 milioni e rotti per risanare la discarica di Scarpino, dopo le alluvioni del 2014!!
Anche il “Patto per Genova” e il Patto per la Riqualificazione delle Periferie erano occasioni per avere risorse per la riqualificazione dei quartieri collinari, del patrimonio abitativo etc., ma si è scelto (con il governo amico) di finanziare opere, anche non disprezzabili, (Palazzo Grimaldi, chiostro di Certosa, Magazzini Sale, piscine etc.) ma che hanno, a mio avviso, una priorità molto inferiore ad altri obiettivi.

Antonio Bruno

Presidio e conferenza “Blocchiamo la delibera”

In allegato trovate la locandina che convoca un *presidio *e una *conferenza* a Palazzo Tursi, sede del Comune di Genova, per bloccare per la terza volta la delibera di svendita e privatizzazione di AMIU, S.p.a. pubblica dei rifiuti di Genova, a IREN.

Tutte e Tutti a Genova, in Via Garibaldi, alle ore 11.00 davanti a Tursi.

*ADELANTE!!!!!!*

Coordinamento Ligure Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua

Categorie:Amiu, Eventi Tag:,

Proposta aggregazione Amiu-Iren

Categorie:Amiu Tag:,

Privatizzazione Amiu-Iren: ci riprovano dopo Pasqua

Alla conferenza stampa appena conclusa la Giunta Doria (Pd, Sel, lista Doria, Possibile) ha deciso di ripresentare la delibera di aggregazione Iren Amiu, il cui mandato a trattare per fare l’accordo e’ stato bocciato, nonostante questo la delibera e’ stata presentata ma non posta al voto per mancanza di una maggioranza in consiglio. L’intenzione e’ quella di incamerare il voto del consigliere Repetto dell’Udc, sembra verrà candidato nel centro sinistra gia’ nominato dal Sindaco Marco Doria nel consiglio di amministrazione dell’ospedale Gaslini, qualche giorno fa contrario; dei consiglieri di Percorso Comune Gozzi e Vassallo, gia’ astenuti e della consigliera Nicolella, gia’ contraria.

Antonio Bruno

Categorie:Amiu Tag:, ,

Cosa si nasconde dietro all’ostinata privatizzazione di AMIU?

Cosa si nasconde dietro all’ostinata privatizzazione di AMIU?

Quale Trama di Potere si nasconde dietro una pratica politica che da qualche anno porta allo svilimento di un’azienda pubblica per perseguire coscientemente e pervicacemente la svendita verso una multiutility con una forte presenza di banche e fondi di investimento), non difendendola, non opponendosi all’obbligo di gara (contro il referendum del giugno 2011 e pareri consiglio stato), ripresentando con ostinazione delibere che non hanno avuto la maggioranza del consiglio comunale?
Non facendo scelte che avrebbero diminuito il rifiuto indifferenziato?
Non chiedendo al Governo fondi per la messa in sicurezza della discarica di Scarpino?
Votando tariffe che gli uffici dichiarano insostenibili dal punto di vista finanziario?
Doria, Prodi, Berlusconi bisogna cambiare

Antonio Bruno

Categorie:Amiu Tag:, ,

Iren impone a Giunta Doria l’eliminazione del piano industriale virtuso del Conai

Iren impone a Giunta Doria l’eliminazione del piano industriale virtuso concordato da Comune di Genvoa e Conai
Il Consiglio Comunale di Genova aveva bocciato la proposta di Iren di NON raggiungere il 65% di Raccolta differenziata. Nonostante questo, la nuova delibera proposta contiene nuovamente questa violazione degli obiettivi di legge. Infatti, a pagina 19 del Piano Industriale allegato alla delibera, Iren prevede il raggiungimento del 54% nel 2020 !!! Qualche riga prima si afferma di voler garantire “il riciclo del 65 % dei rifiuti”. Si fa volutamente confusione: la quota del 65 % di riciclo si raggiunge aggiungendo al 54 % di Raccolta Differenziata la produzione di CSS (Combustibile Solido Secondario) per avviarlo all’incenerimento!! Questo è in aperto contrasto con il Piano Metropolitano dei Rifiuti e il Piano Industriale votato in precedenza dal Consiglio Comunale di Genova!
Il porta a porta rimane residuale.
L’impianto di trattamento dell’organico non potrà produrre compost di qualità, senza la raccolta domiciliare, perchè la raccolta stradale non può che produrre organico contenente molte impurità.
IREN vuole il CSS per alimentare i propri inceneritori di Torino e Parma, semivuoti per l’aumento di RD e la diminuzione dei rifiuti.
In questo modo i genovesi pagheranno sia i costi di trasporto sia quelli di smaltimento.
Il CSS, non viene venduto ma ceduto (smaltito), in alcuni casi gratis, in altri pagando una tariffa da 30 a 60 €/t, a centrali a carbone in Liguria, a cementifici in Piemonte, a inceneritori.
Esiste un’alternativa: il recupero di materia seconda da vendere e riciclare (FABBRICA DEI MATERIALI), con attrezzature per la selezione meccanica; in seguito, all’aumento della RD, la selezione separerà plastica, carta, vetro, metalli.
Solo aumentando la RD, si minimizza il ricorso alla discarica, creando molti nuovi posti di lavoro nel riciclo (200 nuovi posti di lavoro nel piano votato dal Consiglio Comunale e superato da Iren).
Antonio Bruno
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: